Può accadere che un dato terreno presenti, al suo interno, una serie di sostanze inquinanti, estremamente dannose per l’ambiente e per l’uomo.
In questi casi, per estirpare il problema alla radice, eliminando le fonti di inquinamento o riducendone sensibilmente la concentrazione, il privato deve necessariamente incaricare una ditta specializzata in questo tipo di interventi.
Il processo di bonifica interessa il suolo ed il sottosuolo, così come le acque superficiali e quelle sotterranee, alla luce della soglia di rischio verificata in fase di analisi.
Grazie ad un personale altamente qualificato e ai sofisticati mezzi a disposizione, la LT Trasporti di Via Leonardo da Vinci n. 2, a Cucciago (CO), regolarmente iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, è in grado di assicurare al cliente interventi di bonifica dai risultati ottimali, servendosi di modalità operative efficaci e mirate alla risoluzione di qualsiasi problematica legata al terreno.

Vediamo, nel dettaglio, quali sono le modalità operative utilizzate dall’azienda.


Indagini ambientali


Il primo e fondamentale step, nell’intervento di bonifica, è rappresentato dalle cosiddette indagini ambientali.

Infatti, la ditta incaricata, prima di agire, ha bisogno di analizzare attentamente il terreno incriminato, al fine dell’accertamento di una contaminazione.

Il sito per cui si richiedono interventi di bonifica deve essere effettivamente contaminato o, perlomeno, evidenziare un superamento nei limiti di concentrazione dei valori delle sostanze inquinanti, nel suolo o nelle acque sotterranee.

Solo a questo punto, l’impresa che si occupa della bonifica potrà dare il via alle operazioni vere e proprie.


Caratterizzazione


Qualora le indagini ambientali accertino il superamento della soglia di rischio, è opportuno, prima degli interventi di bonifica, predisporre un piano di caratterizzazione.

Con questo termine si è soliti indicare quella procedura volta ad individuare tutte le caratteristiche del sito, grazie ad un’attenta raccolta dati, finalizzata alla ricostruzione di tutte le attività produttive che si sono succedute sul sito, così da avere un quadro chiaro della situazione e, soprattutto, dell’entità del rischio da esposizione per gli esseri viventi a contatto con le sostanze per cui si rende necessaria la bonifica del territorio.


Piano d’intervento


Alla luce dei risultati derivanti dalle indagini ambientali, la ditta procede alla formulazione di un piano d’intervento dettagliato.

Nello specifico, si tratta di un progetto vero e proprio, che delinea tutti gli interventi di bonifica necessari a fronteggiare, in maniera efficace, le fonti di inquinamento presenti, con lo scopo di eliminarle o di ridurre sensibilmente la concentrazione di queste all’interno del sito interessato, fino a ricondurre i valori ad un livello uguale o inferiore a quelli delle concentrazioni della soglia di rischio.


Il procedimento vero e proprio


Dopo aver eseguito tutte le procedure di rito, l’impresa che si occupa degli interventi di bonifica si appresta ad effettuare le operazioni vere e proprie.

Molte volte, per portare a termine l’incarico, la ditta deve procedere alla rimozione dei materiali inquinanti, qualora questi ti trovino fuori dal terreno o dalle acque.

In caso contrario, la terra contaminata verrà, dunque, ripulita attraverso un attento lavaggio, combinato con specifici trattamenti chimici e meccanici.

Appare chiaro che interventi di questo tipo richiedono il lavoro di professionisti specializzati e competenti, che si servono di strumenti idonei allo scopo.

Al termine dei lavori, ad ulteriore garanzia del risultato, si procederà con una nuova analisi, volta a verificare la ritrovata conformità del terreno bonificato.

Se hai bisogno di effettuare interventi di bonifica, richiedi l’assistenza della LT Trasporti.

Chiama il numero 031/14123840 o scrivi una mail all’indirizzo pasquale.lattaro@libero.it.